Tag: Adriano Siesser

“Ci sono per il povero a 'sto mondo due grandi modi di crepare, sia con l'indifferenza generale dei suoi simili in tempo di pace, sia con la passione omicida dei medesimi quando vien la guerra.” 
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte

Il 27 ottobre 1918 il comandante della flotta tedesca von Hipper impartì l'ordine di sferrare un ultimo disperato attacco alla Royal Navy. L'intera Hochseeflotte avrebbe dovuto scontrarsi con un nemico superiore, andando incontro a una disfatta certa. Tuttavia, il 3 novembre 1918, a Kiel diversi equipaggi delle navi da battaglia tedesche si ammutinarono e i fuochisti spensero i motori, impedendo l'uscita in mare delle navi. L'ammutinamento assurse da subito a simbolo della sconfitta tedesca e...
Il primo ottobre del 1918 i ribelli arabi guidati da Lawrence d'Arabia e dal principe Faysal entrarono a Damasco. La presa della città siriana rappresentava il coronamento di oltre due anni di scontri, fughe rocambolesche e imboscate contro le forze ottomane. Tuttavia, la vittoriosa campagna di Palestina non porterà però agli uomini di Lawrence e Faysal la tanto sospirata unificazione in un'unica nazione araba, ragione per la quale l'agente inglese era riuscito a riunire buona parte delle tribù...
Tra il 19 e il 25 settembre 1918 si svolse la Battaglia di Megiddo, composta dalla Battaglia di Nablus – dove la XX Corps dell'Impero britannico attaccò la Settima armata dell'Impero ottomano – e la Battaglia di Sharon – dove la XXI Corps attaccò l'Ottava armata. La Battaglia di Megiddo segna l'inizio dell'offensiva finale nella campagna del Sinai e della Palestina.
Fondamentali furono i pesanti e costanti bombardamenti aerei su entrambi i fronti, volti a interrompere anche le eventuali vie di...
Wilfred Edward Salter Owen (1893 – 1918) è da molti considerato il principale poeta della Prima guerra mondiale. Nonostante questo, Owen non vide mai pubblicate le proprie opere, a parte alcune poesie incluse nella rivista The Hydra. La sua war poetry – che descriveva le atrocità della guerra – venne portata al pubblico solo dopo la sua morte, ed ebbe una seconda riscoperta negli anni Sessanta.
Owen morì il 4 novembre 1918, solo una settimana prima della fine della guerra; la...
Attirato dalle ostilità, nel 1918 Ernest Hemingway decise di raggiungere l’Europa vestendo l’uniforme da sottotenente di complemento, nonostante un problema ad un occhio. Entrò a far parte della Croce Rossa e, passando attraverso la Francia, giunse a Milano, dove, appena arrivato, dovette assistere con orrore alle conseguenze devastanti provocate dall’esplosione di una fabbrica di munizioni: Ernest ed i compagni furono costretti a recuperare corpi ridotti in brandelli. Dopo tre giorni, si...
E ritornò il nemico per l’orgoglio e per la fame

voleva sfogar tutte le sue brame,

vedeva il piano aprico di lassù: voleva ancora

sfamarsi e tripudiare come allora!

Questa strofa della famosa canzone La leggenda del Piave riassume bene una degli aspetti principali della cosiddetta battaglia del Solstizio. Da una parte la difficoltà per l'imperial-regio esercito di alimentare le truppe al fronte - in stato di grave denutrizione - a causa della scarsità di...
Il 21 aprile 1918 ebbe luogo l'ultimo volo di Manfred Albrecht von Richthofen (1892 – 1918), il celebre Barone Rosso che, morto prima di compiere ventisei anni, divenne un celebre aviatore dell'impero tedesco, rispettato e temuto dai nemici per le sue ottanta vittorie aeree.
Nel 1916, a seguito dei numerosi meriti, gli fu affidato il comando della Jagdstaffel 11, una squadriglia da caccia che, al termine della guerra, risultava quella con il più alto numero di abbattimenti, ben...
Il 21 marzo 1918 ebbe inizio l'Operazione Michael, la prima delle cinque offensive previste dall'esercito tedesco, le ultime sul fronte occidentale. Fu proprio Ludendorff a progettare l'ultima di queste offensive; la battaglia ebbe inizio il 15 luglio, ma l'esercito francese, con il supporto di truppe americane, britanniche e italiane, interruppe l'attacco e respinse i tedeschi.

Paradossale fu di sicuro il nome scelto per quest'ultima offensiva: Friedensturm, ovvero “Battaglia per la...
Nella notte tra il 10 e l'11 febbraio 1918, tre MAS partiti da Venezia quattordici ore prima, facevano ingresso nella presidiata zona, compresa tra l'isola di Cherso e la costa istriana sino alla baia di Buccari dove, secondo le informazioni dello spionaggio, sostavano alcune unità navali austriache. Su uno di questi MAS viaggiavano il comandante di missione capitano di fregata Costanzo Ciano e il Vate Gabriele D'Annunzio. Tuttavia, pur giungendo all'imboccatura della baia di Buccari...

Pagine

Abbonamento a RSS - Adriano Siesser