Tag: Alessandro Salvador

Guglielmo II nacque a Berlino il 27 gennaio 1859, con il nome di Friedrich Wilhelm Viktor Albrecht von Hohenzollern. Era nipote della regina Vittoria del Regno Unito e secondo in linea di successione al trono prussiano. Nel suo destino ci fu anche la successione al trono dell’impero tedesco, nato nel 1871. Nello stesso anno nasceva anche il figlio di un sarto di Heidelberg il cui destino si sarebbe curiosamente incrociato con quello dell’erede prussiano: Friedrich Ebert.
Il 15 giugno del 1888,...
“La guerra contro l'Austria-Ungheria che, sotto l'alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l'Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi è vinta. La gigantesca battaglia ingaggiata il 24 dello scorso ottobre ed alla quale prendevano parte cinquantuna divisioni italiane, tre britanniche, due francesi, una cecoslovacca ed un reggimento americano, contro settantatre...
“With superhuman inhumanities, Long-famous glories, immemorial shames— And crawling slowly back, have by degrees Regained cool peaceful air in wonder— Why speak they not of comrades that went under?”

(Wilfred Owen – Spring Offensive)

Passata alla storia come Kaiserschlacht, la battaglia per l’imperatore, l’offensiva lanciata dall’esercito tedesco nella primavera del 1918 rappresentò l’ultima occasione per il generale Ludendorff di...
“Tutti gli eserciti che hanno cercato di prendere Gerusalemme sono passati di qua, eccetto quelli di Joshua. Filistei e ittiti, babilonesi e assiri, egiziani e romani e greci, crociati franchi, tutti sono passati di qua e hanno innaffiato la collina di Amwas col loro sangue”
(R.M.P. Preston, The Desert Mounted Corps, 1921) 

 
Nel dicembre del 1917, il corpo di spedizione egiziano dell’esercito britannico, coadiuvato da altri reparti britannici e australiani, ...
“Sembra che tra i funzionari non si sia ancora sufficientemente compreso il fatto che l'esistenza o meno del nostro popolo e del nostro impero é in gioco”
(Paul von Hindenburg)

 
Il tre febbraio 1917, l’esercito tedesco diede il via ad una colossale operazione di ripiegamento sul fronte occidentale. Nota come “Operazione Alberico”, la ritirata strategica voluta dal capo di stato maggiore Paul von Hindenburg, doveva concludersi in 35 giorni e aveva l’...
Non potrò mai descrivere quel ripugnante senso di svenimento, l’orribile odore che mi ha steso più volte.”
(Il capitano Leeham dell’esercito britannico, parlando del primo giorno della battaglia della Somme)

 
La battaglia della Somme, iniziata nel luglio del 1916, fu la conseguenza diretta di una strategia congiunta delle forze dell’Intesa stabilità durante un vertice a Chantilly nel dicembre del 1915. In quell’occasione vennero pianificate...
Ufficiale tedesco originario di una famiglia nobile e di lunga tradizione militare della Pomerania, Paul von Lettow-Vorbeck nacque il 20 marzo 1870 nella cittadina di Saarlouis, situata nell’odierno distretto della Saar.
A undici anni, nel 1881, entrò nella scuola per cadetti di Potsdam, dove restò tre anni. Ottenne il suo diploma presso una seconda scuola, a Groß-Lichterfelde e, nel 1888, fece il suo ingresso, come allievo ufficiale, nel IV Reggimento guardie appiedate di Berlino.
La sua...
"Per ottenere tutto dobbiamo rischiare tutto."
(Paul von Lettow-Vorbeck, I miei ricordi dell’Africa Orientale)
E l'Alpin sull'Adamello / Tra la neve ed i ghiacciai

E mentre va con cuor tranquillo / Una valanga può cascar.
(E l’Alpin sul Castellaccio – canzone della Grande Guerra)
Nell’ottobre del 1915 una massiccia offensiva congiunta delle forze austroungariche, bulgare e tedesche, comandate dal generale tedesco von Mackensen, sconfisse l’esercito serbo e completò la conquista dei Balcani. Dopo oltre un anno di resistenza, i serbi dovettero ripiegare a Corfù, sotto la protezione dell’Intesa. 

Pagine

Abbonamento a RSS - Alessandro Salvador