Tag: dopoguerra

I festeggiamenti per la fine del conflitto lasciarono rapidamente spazio ad un incerto dopoguerra fatto di malumori da parte di sconfitti e vincitori, propositi di rivincita, nazionalismi e tentativi rivoluzionari. L'elaborazione del lutto per i milioni di uomini morti, feriti o orribilmente sfigurati garantì un ventennio di pace apparente, al termine del quale il nazi-fascismo - impostosi come eredità della prima guerra mondiale - trascinò il mondo in una nuova, devastante guerra.
Alla fine della Grande guerra la carta politica dell'Europa ne uscì profondamento modificata dalle rivoluzioni, dalle sconfitte militari e non ultima dalle decisioni delle potenze vincitrici. I grandi imperi multietnici - quello Austro-ungarico, Ottomano, Tedesco e Russo - scomparvero e al loro posto nacquero una serie di stati basati sul principio di nazionalità. Tuttavia, la pace trovò lo scontento di vicnitori e sconfitti, dando vita ad una spirale di tensioni e nazionalismi che a vent'anni...
Ieri ho visitato il campo di battaglia dell'anno scorso. Il luogo era a malapena riconoscibile. Invece di una terra selvaggia squarciata dalle granate, il terreno era un giardino di fiori selvatici ed erbe alte. Più impressionante di tutto è stata la comparsa di molte migliaia di farfalle bianche che svolazzavano tutto intorno. Era come se le anime dei soldati morti si fossero radunate nel punto in cui molti sono caduti. È stato strano vederle. E il silenzio! Era tale che potevo quasi...
L'influenza spagnola fu una pandemia influenzale, estremamente mortale, che fra il 1918 e il 1920 uccise milioni di persone in tutto il mondo, persino nelle remote isole dell'Oceano Pacifico e del Mar Glaciale Artico. Essa arrivò ad infettare circa 500 milioni di persone in tutto il mondo, provocando il decesso di circa 50-100 milioni (dal 3 al 5%della popolazione mondiale dell'epoca). Tale livello di letalità fa sì che la Spagnola venga considerata...
Abbonamento a RSS - dopoguerra