Tag: fame

Allo scoppio della Grande guerra vi fu da subito un afflusso di prigionieri superiore al preventivato. Il sistema detentivo immaginato nell’anteguerra entrò in crisi: migliaia di prigionieri dovevano essere custoditi, trasferiti e nutriti per anni, all'interno di grandi campi decentrati all’interno del territorio nazionale, circondati da filo spinato, con un numeroso corpo di guardie. Tutti gli stati coinvolti cercarono, nel limite del possibile, di rispettare le convenzioni internazionali,...
È l’orrore della prigionia che occorre poter ispirare nei soldati
(Gen. Morrone – Ministro della guerra)

 
E ritornò il nemico per l’orgoglio e per la fame

voleva sfogar tutte le sue brame,

vedeva il piano aprico di lassù: voleva ancora

sfamarsi e tripudiare come allora!

Questa strofa della famosa canzone La leggenda del Piave riassume bene una degli aspetti principali della cosiddetta battaglia del Solstizio. Da una parte la difficoltà per l'imperial-regio esercito di alimentare le truppe al fronte - in stato di grave denutrizione - a causa della scarsità di...
Mentre le armate austro-ungariche erano arrivate, nell’autunno del 1917, al Piave minacciando così di provocare l’uscita dell’Italia dalla guerra, il fronte interno pagava a caro prezzo la carenza di prodotti alimentari. Le razioni pro capite a Vienna, metropoli dell’impero, erano crollate in modo drammatico, i prezzi erano saliti alle stelle e il mercato nero fioriva, aggravando le condizioni della massa dei consumatori.

 
Abbonamento a RSS - fame