Tag: fronte occidentale

La tregua di Natale: una testimonianza tedesca
Tenente Johannes Niemann,
133° Reggimento Sassone
Arrivammo per prendere in consegna le trincee sul fronte tra Frelinghien e Hauplines, dove il nostro reggimento e gli Scottish Seaforth Highlanders erano faccia a faccia.
Era una fredda notte stellata e gli scozzesi erano ad un centinaio di metri nelle loro trincee dove, come scoprimmo, stavano con le ginocchia nel fango. Il mio...
La battaglia della Marna (inizi di settembre 1914) aveva portato le truppe tedesche a poche decine di chilometri da Parigi. Bloccata l'offensiva, il fronte occidentale si stabilizzò in una logorante guerra di trincea. I ripetuti tentativi dell'una e dell'altra parte di sfondare le linee nemiche con potenti attacchi frontali diedero modesti risultati, ma provocarono perdite elevatissime.
Sul fronte occidentale e su quello italiano la guerra si combatte soprattutto nelle trincee: profondi solchi scavati nel terreno, spesso roccioso o fangoso, per proteggere i soldati dalla minaccia dei colpi nemici. Nelle trincee si invertivano giorno e notte. Solo con il buio era possibile agire senza rischiare la morte.

Pagine

Abbonamento a RSS - fronte occidentale