Tag: Helena Trnkova

Nell’ottobre del 1915 una massiccia offensiva congiunta delle forze austroungariche, bulgare e tedesche, comandate dal generale tedesco von Mackensen, sconfisse l’esercito serbo e completò la conquista dei Balcani. Dopo oltre un anno di resistenza, i serbi dovettero ripiegare a Corfù, sotto la protezione dell’Intesa. 
In no other naval engagement of the Great War was there such a satisfying and decisive victory for the British. It more than made up for the defeat off Coronel, and the Grand Fleet in the North Sea was not able to repeat the South Atlantic success.
(Captain J.D. Allen, HMS Kent)
“Ogni viltà convien che qui sia morta. Si fondano tutte le classi e tutti i partiti che sinceramente amano la Patria in un solo impeto di orgoglio e di fede, per ripetere come nelle giornate memorabili del maggio 1915 al nemico che ascolta in agguato: l'Italia non conosce che la via dell'onore”
(Gen. Luigi Cadorna)
Il 4 agosto le truppe tedesche varcarono la frontiera belga inanellando una serie di brillanti vittorie. In molti a Berlino erano certi di una vittoria rapida. Il Deutsches Heer sembrava inarrestabile, tuttavia esso non aveva calcolato la volontà di resistenza del Belgio e l’intervento britannico.
Dopo le vittorie in Belgio von Moltke era convinto di riuscire a realizzare il piano Schlieffen, Parigi era ormai alla portata delle sue truppe. L’esercito francese attestatosi sulla Marna attendeva la battaglia che avrebbe deciso le sorti non solo della Francia, ma di tutta la guerra.
Il giorno di natale del 1914 si compì un miracolo: nelle Fiandre migliaia di soldati nemici deposero le armi e si scambiarono gli auguri. Fu l’ultimo lampo di umanità prima che gli orrori della Grande Guerra mettessero da parte ogni fratellanza.
L’ultimatum alla Serbia innescò il sistema di alleanze che anni prima era stato giudicato il miglior deterrente contro lo scoppio della guerra. Fu così che sfumò l’ultima speranza di isolare il conflitto nei Balcani: era iniziata la crisi di luglio. L’Europa era ad un passo dalla catastrofe.

Pagine

Abbonamento a RSS - Helena Trnkova