Marzo 1916

Paul Emil von Lettow-Vorbeck e l'SMS Königsberg

La storia dell'SMS Königsberg, incrociatore leggero della Kaiserliche Marine, è indissolubilmente legata a quella di Paul Emil von Lettow-Vorbeck (1870 – 1964), generale che guidò le truppe tedesche nella Campagna d'Africa Orientale.

L'incrociatore, in servizio fin dalle fasi iniziali del conflitto, era comandato dal capitano Max Loof, che affondò un cargo e un incrociatore britannici, prima di trovare rifugio nel delta del fiume Rufiji, in Tanzania, a causa di una avaria alle caldaie. Iniziò quindi una campagna di caccia all'incrociatore da parte delle forze britanniche, impegnate a stanare il Königsberg nell'intricato delta fluviale, avvalendosi di ricognitori, idrovolanti e informatori. Avvistato l'incrociatore, in due occasioni – il 6 e l'11 luglio 1915 – i britannici attaccarono i tedeschi, costringendoli infine ad abbandonare la nave; lo scontro costò ai tedeschi 32 morti e 125 feriti.

I superstiti vennero soccorsi da Lettow-Vorbeck, che ordinò di recuperare alcuni cannoni da 105 mm dall'incrociatore, sapendo di avere difficoltà ad essere rifornito dalla madre patria. Tali cannoni vennero convertiti in pezzi di artiglieria da utilizzare sulla terra ferma, montati su affusti dotati di ruote: la nave era stata affondata ma i suoi cannoni avrebbero continuato a sparare. Tutt'oggi tre di essi sono ancora esposti in Africa.